Vetrine

Uno dei lavori più fascinosi per le bambine della mia epoca, terzo solo dopo la ballerina e la parrucchiera, era quello della VETRINISTA.
Si entrava allora nell’era del boom economico, i negozi, sirene del consumismo nascente, cominciavano a mostrare un volto nuovo: non più solo l’indicazione di quello che effettivamente vendevano, ma un tentativo (primordiale se lo paragoniamo a quello che poi avvenne) di allettare i possibili compratori, creando una sorta di palcoscenico, un set da fotografo (i fotografi delle belle foto con mise en scene dell’epoca!).
E la “vetrinista”, parola nuovissima di conio, cui corrispondevano fantomatici corsi scolastici, era la vestale di questo nuovo rito, colei che componeva manichini, tendaggi, assortiva colori…..due volte l’anno: perché allora non é che le vetrine si facessero e disfacessero di continuo, come oggi.:)

Comunque, in questa epoca quasi post-consumistica (cosa che mi augurerei, a dire il vero, almeno da un punto di vista culturale) ecco alcune vetrine di un paese post-moderno.

Gli stili ormai si rincorrono e si confondono, vintage, integrato, fusion, minimalista, eccessivo.
Spesso con poco riferimento al “contenuto”: ma che importa se l’effetto, attirare l’attenzione, è assicurato?

20120508-000823.jpg

—————

20120508-001423.jpg

————–

20120508-001910.jpg

—————

20120508-001933.jpg

—————

20120508-002219.jpg

—————

20120508-002736.jpg

—————

20120508-002753.jpg

—————

20120508-002904.jpg

—————

20120508-003003.jpg

—————

20120508-003050.jpg

—————

20120508-003219.jpg

—————

20120508-003238.jpg

—————

20120508-003407.jpg

—————

20120508-003743.jpg

Annunci
11 commenti
  1. giuseppe ha detto:

    io devo essere sincero: non ho mai guardato le vetrine, forse raramente , e solo quelle che esponevano ed espongono dischi, cd e anticamente LP alla vista dei quali io mi scioglievo in lacrime perchè costavano na barca. Ricordo la vista del cofano in LP del ” RING ” diretto da Von Karajan delta Deutsche. Da lasciarci gli occhi!! Ora stanno scomparendo per via di YOUTUBE! Ste vetrine mi sembrano un pò ..boh.. Ma sono vetrine?? E’ il post-moderno, come tu dici?? Andiam bene!!!!!
    Un caro saluto.
    Giuseppe

    • Ma non è vero che non guardi le vetrine: sono lì davanti a te, invadono le strade. Diciamo che non ci poni attenzione. Ma dovresti: sono una fonte di sorprese perenne

      Inviato da iPad

  2. mi piacciono:
    quella con il “buco della serratura” e il permesso di guardarci dentro
    quella con i cavatappi appesi che sembrano manichini
    quella con le uova nelle frustre

    p.s. anch’io volevo fare la vetrinista, a un certo punto, la ballerina e… la scienziata (incongruenze)

    • Dovevo dirti di fare una collezione di vetrine parigine, così poi si confrontavano!

      Inviato da iPad

      • una foto carina la metterò, ma me ne sono perse tante… fotografate solo con la mente, tipo “suchic” (il sushi chic). Inutile dire che quella che metterò era nel Marais, vero? Come la vetrina della cioccolateria addobbata di mughetti in vista del primo maggio… mentre la foto che sto per mettere non è proprio di una vetrina, vedrai 😉

  3. sandalialsole ha detto:

    Leggi 2 paghi 1? 🙂 Carino! I polli mi inquietano sempre, mentre, di questo ne sono convinta, i negozi di attrezzature per casa e cucina contrastano stranamente con l’abuso nazionale del precotto. In ogni caso, ogni volta che vado a San Francisco finisco per fare un salto da Williams Sonoma e non esco mai a mani vuote. E lì la vetrina fa sempre la sua parte.

    • Cosa vorrà dire, secondo te? Che ti leggono tutte e due le mani, al prezzo di una? O che magari tu puoi far leggere una mano e un piede, così, tanto per verificare? 🙂

      Inviato da iPad

  4. Adele ha detto:

    Anthropologie fa bei vestiti….fatto un giretto?!?!? 🙂

  5. margherita ha detto:

    come, non stai comprando NIENTE!!! e come fai a sopportare iol caldo, e come riempi la cabina armadio!?!? anche a me piace molto la vetrina con la serratura gigante… invita ovviamente a guardarci dentro. In fin dei conti siamo tutti un po’ “guardoni”…

    • Mi trattengo al pensiero delle valigie.
      Non tanto perche’ non abbia posto (me ne posso comprare anche una in piu’, avendone diritto, col biglietto), ma per il pensiero di dovermela trascinare, dopo il soggiorno qui, per tutta la East Coast

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: