Please, be seated

Ho preso in prestito il titolo del post da una di queste mostre diffuse che sono attualmente in corso al Museum of Fine Arts di Boston.
“Please, be seated”, cioè “Prego, sedetevi”. Il contrario, cioè, di quello che si trova in genere scritto in tutti i musei: vietato toccare, vietato sedersi.
Una mostra diffusa, vale a dire sedie e sedili di varia foggia e materiale, design o opere d’arte così intese, pezzi unici, sparsi qua e là per il museo, spesso in luoghi strategici proprio per la sosta, con questo richiamo solo, la dicitura “please, be seated” a collegarli fra loro.

Ma non solo pezzi appartenenti alla mostra.
Tanti oggetti e tanti modi di riposarsi.

Anche Dio il settimo giorno si riposò.

20120603-205749.jpg

20120603-210055.jpg

20120603-210212.jpg

20120603-210402.jpg

20120603-210623.jpg

20120603-211147.jpg

20120603-212222.jpg

20120603-212436.jpg

20120603-212600.jpg

20120603-212808.jpg

20120603-212843.jpg

20120603-213018.jpg

20120603-213058.jpg

20120603-213220.jpg

20120603-213431.jpg

20120603-213538.jpg

20120603-213549.jpg

Annunci
9 commenti
  1. Miti ha detto:

    Mostre che si intersecano l’una all’altra? Interessante la non-linearità, la creazione di un percorso attraverso un fil rouge che si snoda tra le sale di un museo, con quell’occhio alla fruibilità di cui abbiamo già parlato in altre occasioni. Confesso che la sedia con i corni intrecciati è inquietante 🙂

  2. Helga ha detto:

    E si riposa dopo aver ballato 🙂 Come dice già Miti: inquietante la sedia con i corni intrecciati, interessante la sedia nell’ultima foto che ricorda chi è in attesa di farsi pulire le scarpe 🙂

      • Helga ha detto:

        ah! grazie .. avevo veramente pensato a qualche sedia ‘modernissima’ 😀

  3. giuseppe ha detto:

    cara Cecilia, qua non si dorme per la paura, che a sto punto chiamerei FIFA!!!Stasera n’altro terremoto. Dacapo tutto chiuso, sembrava, dico sembrava che si fosse acquietato, macchè, sto stupido di terremoto non vuole dormire.Dicono che sono di assestamentro , ma allora non gli stanno ben manco ste sedie che hai messo!!!! Venendo al tuo post, solo per quel ” Be seated” io potrei nominare gli USA per un NOBEL, talmente è liberatorio, sgravoso, riposante, leggero, trasfigurato, ascensionale, ecc…..

  4. giuseppe ha detto:

    Si può sapere il nome di quel pittore qel quadro dissacratorio, blasfemo, esorcizzamnte ma simpaticissimo di Raffaello che si coccola la fornarina? La realtè supera di gran lunga la fantasia!

  5. giuseppe ha detto:

    COLPA DEL TERREMOTO. che gaffe! E pensare che l’ho visto un milione di volte, ma sono i lapsus mentali. Mi credi , vero? Meno male!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: