Gente che vai….

Ci dobbiamo sempre ricordare che qui siamo in una città meridionale.
Washington DC venne fondata sul confine della Virginia, immediatamente al di là della Confederazione degli Stati del Sud (ricordate? La capanna dello Zio Tom, Via col Vento e tutto il resto?).
E come in tutto il “sud” del mondo, la gente è espansiva, cordiale, chiaccherona.

Abbastanza.
La gente comune, voglio dire.
Perché poi Washington DC è anche la città del governo e impiegati e funzionari governativi la riempiono per 5 giorni alla settimana, conferendole spesso quell’aria così uguale a tutte le altre capitali del mondo. Potresti essere nella City di Londra, o nella zona ministeriale di Parigi: tutti vestiti rigirosamente di nero, giacca e cravatta, donne in tailleur, borsa portacomputer. E, qui, immancabile bicchiere di cartone con beverone sciaquonoso detto “caffè”! (bleah)

Per il resto, la gente comune è allegra, tende ad essere colorata, anche di pelle.
Pare che sia la città con la maggior percentuale di neri degli Stati Uniti. Io vedo anche tanti indiani e afghani e pakistani, soprattutto tra i tassisti.

Cosi’ come, invariabilmente, i neri sono custodi dei musei (non curatori), lavavetri, portieri, camerieri.
Poi c’e’ naturalmente Obama: ma quella e’ un’altra storia

20130421-105933.jpg

20130421-110109.jpg

P1160655

Annunci
6 commenti
  1. Multicolor è bello 🙂 Sorrido, però è la molteplicità che ci rende ricchi. E pensare che qui in Italia c’è una gazzarra immonda nei confronti della prima ministra di colore. Perché è proprio contro di lei, perché nessuno ha alzato un sopracciglio nei confronti della Idem, per dire.

    • Capirai: bella bionda olimpionica , rientra nei canoni della razza ariana. E poi ci picchiamo di dire che non siamo un popolo razzista. Se solo ce ne danno l’occasione, sappiamo dare il peggio di noi stessi (come sempre)

  2. giuseppe ha detto:

    son d’accordo con la lettrice di sopra. Quant’è bello sto pianeta: un pianeta colorato , anche fra gli esseri umani!! pensa fossimo tutti neri, o gialli o bianchi, o pellirossa, Che noia e che bruttura! Ci odieremmo, penso. Ma forse ci odiamo lo stesso! :)) mah! vai a capire!

    • Infatti. Una volta che non esista il fattore del colore della pelle siamo pronti a trovare altre mille sottili differenze che ci dividono pur di dare libero sfogo all’odio (e al razzismo)

  3. margherita ha detto:

    la bambina, quella con tutti quei codini colorati… mi piacerebbe avere una nipotina così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: